Droga, droga, droga… Anche fuori dai clan.

In un semestre nel quale Bari si è di fatto scoperta “tossica”, sembra quasi non fare nemmeno rumore la notizia del provvedimento giudiziario contro di una giovanissima pusher esterna a tutti i sistemi criminali e alle varie costellazioni più o meno camorristiche della città. Ma, tant’è. Nella Bari in cui nuove paranze di ragazzini che non appartengono si mettono assieme per diventare il punto di riferimento di pezzi interi della movida barese, ci sta che una ventunenne custodisca a casa la propria “santabarbara dello sballo” e metta in piedi un giro particolare e referenziato di spaccio destinato in massima parte a rispondere ad una domanda precisa: quella delle droghe sintetiche da rave e discoteca.

E del resto è questo un versante spesso colpevolmente ignorato, soprattutto nelle città, come Bari, che hanno ben altri problemi collegati al traffico di stupefacenti. Anche perché, è ormai triste luogo comune che la domanda di droga non possa mai essere compressa sotto una fisiologica soglia. E che esistano domande precise, spesso non controllate dai clan perchè ultraspecialistiche o perchè soggette a fluttuazioni non prevedibili – dettate da mode, novità, hit parade momentanee – che non possono diventare il centro di inchieste o indagini per il semplice fatto che hanno, dalla loro, la caratteristica di essere profonde, abissali, nascoste spesso benissimo sotto una coltre “per bene” che le ammanta e le protegge.

è quello che si è scoperto ieri, nel “perbenissimo” quartiere di Poggiofranco. In casa di una giovanissima – 21 anni – gli investigatori hanno fatto saltar fuori un deposito in cui stavano stivate 1500 pasticche di ecstasy per un valore commerciale di più di 15mila euro. Si sta indagando, al momento, su eventuali regie occulte collegate al sistema criminale barese. O su eventuali fiancheggiatori che avrebbero garantito sicurezza alla ragazzina. Per il semplice fatto che si reputa impassibile che un giro del genere, così fruttuoso, non abbia destato gli appetiti o gli interessi di clan autoctoni, pronti di sicuro a pretendere l’accesso al giro in cambio della fidelizzazione della ragazza – e del riconoscimento del suo ruolo. Perchè, lo ripetiamo, esistono mercati in cui la Camorra barese ha disperato bisogno delle competenze esterne.

Quel che deve spaventarci, di questa storia complicata, è solo una cosa: non conosciamo abbastanza la gioventù che si prepara a vivere e governare il futuro delle nostre comunità. Non ci accorgiamo di quanto sia incline e disponibile spesso al compromesso, se è vero – com’è vero – che sono tanti i gruppi di giovanissimi esterni in partenza al mondo della camorra che decidono di affrontare le sfide dell’autoimprenditoria criminale nel settore del traffico di stupefacenti. E non ci accorgiamo di quanto ormai da tempo sia crollato trasversalmente e per tutti il diaframma tra delinquenti e onesti, se è vero – come è ancora vero – che le competenze di base di quegli stessi giovani denunciano chiaramente una promiscuità diffusa coi temi e le agende del crimine organizzato.

Quel che è peggio, però, è che spesso liquidiamo con troppa indulgenza un mondo enorme che oramai è penetrato in profondo sotto la pelle di quella stessa gioventù. Quantitativi come quelli sequestrati suggeriscono domande enormi. Non composite e variegate, certo, ma di proporzioni importanti. Ed in questo caso appaiono destinati ad un pubblico giovanissimo: quello delle discoteche, sì, ma anche quello che non può permettersi, per i costi elevati, la cocaina e sceglie quindi uno sballo sintetico – anche perchè lo ritiene più smart, meno impattante, meno problematico da gestire. I rischi, però, anche in questo caso, sono enormi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...