Ancora sui Di Cosola

Splendida notizia, quella di un paio di settimane fa.
Confermate tutta una serie di condanne per i clan Di Cosola e Stramaglia. Si tratta dell’ennesima coda del processo nato dalle inchieste Hinterland ed Hinterland bis. Si inquadrava la guerra violentissima che ha sconvolto i comuni di Valenzano, Adelfia, Ceglie e Capurso, nei primi anni 2000, tra clan Stramaglia – da sempre costola dei Parisi nel sud est barese – e clan Di Cosola, quando la sua gestione era ancora saldamente nelle mani del dominus e fondatore Antonio. Si inquadrava quel conflitto, ma soprattutto si inquadrava e si provava l’intervento di Savino Parisi e dei suoi uomini per la ricomposizione di quel contrasto e la prosecuzione del rapporto, tra i due gruppi, secondo nuove logiche di non belligeranza e di equa spartizione del territorio.

Il tutto, ovviamente, senza affermare che il ruolo di Parisi fosse quello di Capo dei Capi ma semplicemente provando, una volta di più, l’autorevolezza del personaggio e la sua capacità di governare sodalizi esterni tramite rapporti di alleanza, storica primogenitura e comparaggio criminale.

Attenzione, non bisogna dimenticare che gli Stramaglia, orfani della guida del capostipite Chelangelo, prestanome e figlioccio di Parisi da sempre, sono da tempo guidati dagli uomini dei Buscemi, trapiantati a Valenzano da Bocca di Falco, Sicilia. Per cui, non parliamo di paranzette e bruscolini, ma di clan e cosche strutturate.

La sentenza, ormai definitiva, prova una volta di più quanto il controllo della Camorra sia capace di estendersi all’hinterland in modo diretto e spregiudicato. Oltre a quello, se ce ne fosse ancora bisogno, prova oltre ogni ragionevole dubbio che quello dei Di Cosola, a conti fatti, non sia mai stato solo e soltanto il clan feroce, brutale e primitivo che si è sempre descritto, ma siano invece un sodalizio moderno, capace di mutare ed adattarsi in modo veloce e performante alle nuove situazioni. Una conferma di questa tesi? Dopo il pentimento del capo Antonio, fu il fratello a prendere le redini del gruppo, rigenerandolo attraverso dei cambi al vertice e lanciando, proprio con gli ex rivali degli Stramaglia, una nuova stagione di collaborazione che il processo Hinterland aveva fatto in tempo già ad accennare in nuce ma sulla quale la magistratura sta da tempo lavorando.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...